Blog

Benefici fiscali della Riforma del Terzo Settore

benefici

Benefici Fiscali: cosa cambia

Carissimi Soci, Sostenitori e Amici,

parliamo di benefici. Abbiamo dedicato un intero post sia alla Riforma del Terzo settore che una comunicazione con il documento di sintesi dell’assemblea straordinaria per la delibera del nuovo Statuto. Con la Riforma del Terzo Settore,infatti, le Onlus, non esisteranno più e VSP diventerà ODV.

Ma quali sono i benefici fiscali?

Riforma Terzo Settore : ETS

La riforma appena varata ha avuto come conseguenza una revisione dello statuto e la modifica della denominazione di appartenenza all’interno del terzo settore da Onlus a ODV (Organizzazione di Volontariato). Denominazione di cui si potranno fregiare tutte le organizzazioni che producono beni e servizi di interesse generale.
I Benefici fiscali della riforma riguardano sia le persone fisiche che gli enti e le società.
Le persone fisiche che erogheranno somme a sostegno delle organizzazioni di Volontariato possono portare in detrazione d’imposta il 35% di tale somma nella propria denuncia dei redditi, con il limite di 30.000 euro per ciascun periodo d’imposta.
Le persone fisiche (in alternativa) e gli enti e società possono dedurre dal reddito complessivo le somme erogate alle organizzazioni di Volontariato, con il limite del 10% del reddito complessivo dichiarato.

A tale proposito si ricorda che esiste la “Ricevuta di elargizione liberale” contenente l’elenco dei benefici fiscali sopra menzionati, con l’augurio che molti vogliano elargire somme alla nostra associazione – godendo dei benefici fiscali concessi – così permettendo la realizzazione di molte attività di volontariato sopra presentate

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts