Blog

Notizie incoraggianti per i soci VSP dal Workshop Ceses tenutosi a Bonn.

Workshop Ceses

Come evidenziato nel titolo si aprono nuovi orizzonti e nuove prospettive per i soci VSP che intendono svolgere missioni all’estero in futuro.

Ceses

Exchange of Experts among

CESES Memebers

Meeting in Bonn

SES premises, Kaiserstr.185-197

October 21, 2015

Sede del Workshop la città di Bonn

Piazza principale di Bonn con i suoi tipici campanili

Il 21 ottobre 2015 presso la sede del SES, l’organizzazione tedesca, si è svolto il Workshop dedicato alle organizzazione europee di volontari esperti professionisti. I volontari esperti mettono a disposizione il loro know how per la realizzazione di progetti sia all’interno dell’Europa che in ogni altro paese del mondo, facenti parti del Ceses.

Al meeting erano presenti esponenti, a vario titolo, delle organizzazioni di  Belgio, Francia, Germania, Olanda, Austria e Lussemburgo oltre al presidente Jacques Van Egten e al delegato a Bruxell Dr. Michel Stavaux.

               Present:

                Gianmaria Scapin, VSP Italy

                  Michel Stavaux, CESES

                  Kurt Streitenberger, ASEP, Austria

                  Philippe Thevenet, ECTI, France

                  Jacques Van Egten , CESES

                 Thijs  Van Praag,  PUM, Netherlands

                  Roland Waeyaert, exchange, NZW, Belgium

                  Emile Walch, LSE , Luxemburg

                  Susan Hübner, SES, Germany

                  Bettina Hartmann, SES, Germany

                  Gisela Lange, SES, Germany

                   Susanne Nonnen, SES, Germany

Excused: SEC Switzerland, OTECI France, SECOT Spain

Workshop Ceses presso il Ses a Bonn

Workshop Ceses presso il Ses a Bonn

Present Organizations structure&operation:

  • Exchange, Flanders, 1300 experts, 250 missions mostly in Sub-Saharan Africa,

Sectors: private entrepreneurship

  • ASEP 95% of missions inside Austria, 2 projects outside Austria

Sectors: local business

  • SES Germany, 12 000 experts, 1700 missions abroad ( Asia, Eastern Europe, Latin America, Africa, Maghreb), 3.100 assignments in Germany, VerA and schools)

Sectors: SME support, vocational education and health,

180 voluntary representatives abroad for acquisition

  • LSE Luxemburg 150 experts who speak at least 3 languages

Sectors: engineering, energy, environment

  • ECTI and AGIR, France 2400 experts, 300 missions abroad (Maghreb, Latin America, China) 10000 in France

Sectors: 70% business, 30% training

  • PUM Netherlands 3200 experts, 2000 missions in 70 countries

Italia

L’Italia era presente con la VSP onlus, rappresentata da Gianmaria Scapin – Vice President, che ha illustrato ai responsabili delle altre organizzazioni europee il ruolo svolto da VSP nei suoi 25 anni di storia.

Si è enfatizzato l’efficacia di VSP in tutti questi anni nei quali, grazie al contributo dei suoi volontari, si sono portate a termine centinaia di missioni in più di 30 paesi nel mondo, la maggior parte delle quali, per conto delle Nazioni Unite.

Alla luce della sua esperienza e, in particolare, di quella dei suoi volontari, VSP, attraverso il suo portavoce, si è resa disponibile a partecipare ai progetti internazionali che, via via nel prossimo futuro vedranno impegnate le associazioni che fanno parte del Ceses, coinvolgendo i suoi volontari.

I temi

Gli argomenti affrontati nel corso del workshop:

1. Presentazione dei progetti

2. Selezione dei candidati

3. Uso della piattaforma comune Ceses

4. Varie

1.Presentazione progetti

Si è convenuto che tutti i progetti che verranno condivisi avranno lo scopo di consentire ai volontari di ogni associazione di candidarsi per prestare la propria expertise al servizio del progetto. Il ruolo del Ceses sarà quello di interfacciarsi con la Commissione Europea per individuare i progetti che riterrà compatibili con le expertise appartenenti alle associazioni aderenti.

Il Ceses non ha e non avrà esperti da sottoporre ma saranno le singole associazioni a proporre gli esperti. Il Ceses potrà, in taluni casi, farci mentor del progetto al solo scopo di garantirne la realizzazione attraverso la partecipazione delle associazioni aderenti. Il ruolo del Ceses è stato ulteriormente messo in luce definendo gli ambiti di intervento e di manovra confermando il suo ruolo di Confederazione che farà da ombrello per tutte le necessità delle varie organizzazioni aderenti gestendo per i vari progetti, attraverso la piattaforma condivisa, il match fra progetto e candidato volontario presentato dalle singole associazioni.

2.Criteri di selezione dei volontari candidati

Si è chiarita la figura del professionista volontario senior la cui identità è mutata nel corso degli anni, in particolare negli ultimi anni. Non più il retired classicamente etichettato ma un individuo la cui ètà può scendere ulteriormente rispetto ai limiti posti dalla pensione in virtù delle mutate condizioni del mercato del lavoro. Indicativamente l’ètà oscillerà fra i 50 e 72 anni con eccezioni dovute ai singoli casi. Fondamentale che egli abbia almeno 15 anni di esperienza nel ruolo ricercato e che svolga la sua attività Pro bono.

L’associazione presenta il proprio candidato il cui CV verrà inserito all’interno della piattaforma Ceses indicando il progetto al quale si intende partecipare. La selezione inizierà con la disamina del CV e successivamente attraverso un intervista via web nella lingua inglese con approfondimento della lingua richiesta nel progetto. Gli elementi determinanti saranno la Key Qualifications. Si auspica che i criteri di selezione dei volontari in ciascuna organizzazione siano quanto più omogeni fra loro. Ogni socio di VSP, se disponibile a partecipare a progetti proposti dal Ceses o da uno dei loro associati, consentirà l’invio del CV che dovrà contenere come minimo due lingue conosciute (italiano e inglese) oltre a quella richiesta dal progetto. L’intervista da parte dell’ente proponente. Eventuale training or coching prima di partire per la missione.

3. Uso di una piattaforma comune

Fra tutte le associazioni di professionisti volontari senior. Si è tracciato l’iter che dovrà essere rispettato per l’invio dei CV dei volontari che si renderanno disponibili sul singolo progetto che dovrà essere quanto più omogeneo a livello europeo. Per accedere alla piattaforma ogni organizzazione registrata avrà una sua uid e una ps. Nella piattaforma troveranno spazio: I progetti, i CV dei candidati e le attività svolte dal Ceses.

4. Varie

Aspetti di rilevante interesse emersi durante il workshop.

Il ruolo complesso dei volontari esperti senior nei confronti dei rifugiati.

La delegata del SES ha evidenziato che più di 3.000 volontari appartenenti alla sua organizzazione sono oggi impegnati nell’attività a favore dei rifugiati attraverso varie forme di integrazione. Queste attività finanziate per lo più da privati sotto l’egida del Ministero Tedesco dell’Istruzione che richiede per adempiere a questa funzione Senior Experts.

Tutte le attività mirano a facilitare l’integrazione dei rifugiati per i quali si sono create più di 300 classi in tutto il paese la maggior parte delle quali dedicate ai bambini e ai giovani. Segnaliamo che lo scopo principale delle attività del SES è di svolgere missioni all’estero ma vista l’emergenza e la volontà degli sponsor di utilizzare i loro contributi all’interno del paese Germania va da se che l’utilizzo dei volontari sia in questa fase dedicato per lo più all’interno dei confini tedeschi.

Il tema dei rifugiati, si è convenuto, può essere affrontato in due modi. Uno è quello che sta svolgendo la Germania, ovvero, l’integrazione nel proprio paese e attraverso una preselezione cioè si scelgono quelli che si ritiene potranno meglio integrarsi per livello di istruzione innanzitutto. L’altro attraverso attività formative nei paesi di provenienza che tendano a migliorare le capacità e competenze dei singoli individui per sfruttare al meglio le risorse disponibili in loco.

C’è una terza via che si sta affacciando all’orizzonte ed è quella della circolarità del migrante detta anche “Circle Migration”. Si scelgono i migranti da importare nel proprio paese li si forma con le strutture avanzate di cui il paese è dotato e li si accompagna al paese di provenienze affinché mettano in pratica le conoscenze acquisite. In questo il Volontario esperto giocherà più ruoli su più campi compresa l’ultima fase: la missione all’estero per sostenere il migrante nella fase più delicata.

Last but not lest

Segnaliamo, per concludere, che dal Workshop è emerso che si stanno affacciando sul mercato mondiale organizzazioni che chiedono quote di iscrizione sostanziose ai volontari (intorno ai 5.000 euro l’anno). L’azzardo, se così vogliamo definirlo, sembra andare nella direzione di soddisfare il bisogno di sentirsi utile e impegnato dopo la fine del periodo lavorativo. Qualcuno si deve essere accorto che anche per fare il volontario, dedicando il proprio tempo al servizio degli altri per di più avendo delle competenze da mettere a disposizione, in questo mondo in rapida trasformazione, non sia per niente facile.

Alcuni momenti del Workshop presso la sede del SES a Bonn

Sede SES a Bonn

Bonn riunione2

 

Elenco delle associazioni aderenti al Ceses :

– AGIR (Fr) – Association Générale des Intervenants Retraités pour des Actions Bénévoles de Coopération et de Devéloppement abcd, Paris APCS (P)

– Associaçao Portugesa de Consultatores Seniors, Lisboa ASEP (A)

– Austrian Senior Experts Pool, Wien SWB (DK)

– Senior Without Borders, Holbeak ECTI (FR)

– Professionnels Seniors Bénévoles a.r.u.p., Paris Ex-Change (BE)

– Ex-Change vzw, Wommelgem ISES (IT)

– Italian Senior Expert Service, Torino LSC (LU)

– Luxembourg Senior Consultants a.s.b.l., Luxembourg NESTOR (FI)

– NESTOR Partners ry, Helsinki OTECI (FR)

– Office Technique d’Etudes et de Coopération Internationales, Paris PUM (NL)

– PUM Netherlands Senior Experts, Den Haag SECOT (ES)

– Seniors Españoles para la Cooperación Técnica, Madrid SEC (CH)

– Senior Expert Corps, Swiss Contact, Zürich SENIORES (IT)

– Seniores Italia, Partner per lo Sviluppo , Roma SES (DE)

– Senior Experten Service, Stiftung der Deutschen Wirtschaft für Internationale Zusammenarbeit GmbH, Bonn VAE (ES)

– Voluntaris en Assessoria Empresarial, Barcelona VSP (IT)

– VSP, Volontari Senior Professionali Onlus, Torino

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts